Ultima modifica: 25 Aprile 2018

Valutazione

Criteri di Valutazione IDA

 

La valutazione è definita sulla base del Patto formativo individuale elaborato dalla Commissione e con cui è stato formalizzato il percorso di studio personalizzato relativo al periodo didattico frequentato dall’adulto.

Si articolerà in tre step:

VALUTAZIONE PERIODICA: alla fine dei quadrimestri di ciascuna annualità

VALUTAZIONE INTERMEDIA: al termine dell’annualità intermedia del primo (ex prima classe) e del secondo periodo didattico (ex terza classe).

Qualora l’adulto non abbia raggiunto un livello sufficiente di acquisizione delle competenze all’esito della valutazione intermedia in non più tre materie,il Consiglio di classe comunica all’adulto e alla Commissione per il Patto formativo Individuale le carenze ai fini della revisione del Patto Formativo Individuale ivi compresi coloro i quali ad esito della procedura di riconoscimento del credito abbiano ottenuto l’esonero dalla frequenza in una o più discipline. Nei casi di insufficienza in quattro o più materie l’adulto non verrà ammesso all’annualità successiva.

Al termine della VALUTAZIONE INTERMEDIA verrà rilasciata la Certificazione delle competenze

VALUTAZIONE FINALE: al termine del primo periodo didattico (ex seconda classe), del secondo periodo (ex quarta classe) e del terzo periodo (ex quinta classe).

L’ammissione al periodo didattico successivo avviene per gli adulti iscritti e regolarmente frequentanti che hanno conseguito in sede di scrutinio finale un voto di comportamento non inferiore a sei e un voto in ciascuna disciplina o gruppo di discipline valutate con un voto unico non inferiore a sei, ivi comprese le discipline per le quali è stato disposto l’esonero dalla frequenza di tutte o alcune unità di apprendimento a seguito della procedura di riconoscimento dei crediti.

E’ prevista, poi, la sospensione del giudizio con il rinvio alla Prove di settembre ai fini del recupero delle competenze non conseguite nell’annualità corrente purché al massimo tre discipline risultino insufficienti

 Al termine della VALUTAZIONE FINALE verrà rilasciata la Certificazione delle competenze che è condizione per l’ammissione al periodo didattico successivo

 Gli studenti che siano stati esonerati dalla frequenza di una o più UDA, sulla base del PFI, a seguito del riconoscimento di un credito, le prove di accertamento riguardo alle competenze previste dalle suddette UDA devono essere state svolte nei mesi di aprile/maggio.

In relazione al calcolo del credito scolastico di cui all’art. 11 DPR 323/1998, (per l’Esame di Stato) nel secondo periodo si fa riferimento alla CM 3/2016.

In sede di scrutinio finale della seconda annualità del secondo periodo (ex 4^ anno) il consiglio di classe esprimerà un credito scolastico, sulla base della media dei voti assegnati, applicando la Tabella A del DM 99/2009 e moltiplicando per due il credito così ottenuto.

  




العربية简体中文EnglishFrançaisDeutschItalianoPortuguêsРусскийEspañol